Autostazione,  collegamento per vocazione

 

L’Autostazione è diventato uno snodo cruciale per la mobilità su gomma della città metropolitana, ma anche di collegamento tra il nord e il sud d’Italia,  e tra l’est, l’ovest e il nord Europa, facendone un punto di partenza e di approdo, che segue i flussi migratori e la voglia di viaggiare, entrambi a prezzi contenuti.

Da pochi mesi sempre aperta, giorno e notte, rifiorisce anche grazie all’utilizzo degli spazi superiori per mostre ed esposizioni temporanee.

 

L’autostazione asseconda la dimensione europea in cui Bologna è pienamente inserita e rappresenta al tempo stesso uno di quei luoghi insostituibili di scambio tra il centro e la periferia.

 

Proprio per dare risposta a questa vocazione di luogo di connessione e di cerniera a tutto tondo, è stato avviato nel 2014 un percorso di riqualificazione e valorizzazione con l’obiettivo di renderla un hub più moderno, i lavori partiranno il prossimo anno. L’autostazione sarà più bella e più funzionale: l’obiettivo è di riqualificare sia i terminal che gli spazi interni della struttura, valorizzandone gli elementi architettonici di pregio; ampliare l’offerta di servizi commerciali, progettare con cura gli accessi e i percorsi pedonali per i passeggeri.

 

Maggiori informazioni sul progetto di riqualificazione a questo link.